Category

Artisti

Jiri Trnka

Jiri Trnka è nato nel 1912 a Plzen in Cecoslovacchia.
Si appassiona immediatamrente all'arte delle marionette e nel 1936 lasciato il suo lavoro di illustratore apre il suo primo teatro.
Inizia la sua attività cinematografica nel 1645 fondando il Trick Brother Studio e vince il Grand Premio sl festival di Cannes nel 1946 con Zviratka Petrovsti.

I suoi primi esperimenti con l'animazione delle sue marionette non lo convincono, nonostante la fluidità dei movimenti e l'oggettiva bellezza del mezzo la carenza della narratività si faceva sentire particolarmente.

Come altri colleghi quindi anche lui si rivolge alle favole popolari per realizzare i suoi primi film, Palìcek del 1947 suo primo successo si basa proprio sulle tradizioni e le credenze ceche. Una delle particolarità dei suoi corti anche successivi è che nessuna delle marionette ha la facoltà di parlare, per volontà dell'autore che considerava un' idea selvaggia donare un inanimato pezzo di legno della parola (o semplicemente visto che è il labbiale è la più grande rottura di palle dell'animazione in todo se l'era cavata così).

Ruka (La mano) girato nel 1965 è la storia di un artista oppresso dalla dittatura di una "mano" che da continuamente ordine di scolpire ritratti della "dittatrice".
Nel 1969 Trnka muore, quei subumani del regime gli fanno si i funerali di stato, ma contemporaneamente "Ruka" viene confiscato e bandito per i successivi 20 anni.

 

Opere selezionate di Jiri Trnka:

Zviratka Petrovsti - 1946
Ruka - 1969

 

Caroline Leaf

Caroline Leaf è nata nel 1946 a Seattle, nel 1969 ancora studentessa realizza il suo primo film in Sand Animation "sand or Peter and the Wolf" Affascinata dai "limiti" che questa tecnica gli imponeva e dalla duttilità e rigenerazione delle forme che la sabbia permetteva di creare in un costante rinascita delle forme.
Notata da Mc Laren e dal NFB del Canada venne reclutata per produre "The Owl who married a Goose" realizzato con tecniche di pittura a guazzo con agenti chimici che ne impedivano l'essiccazione, per poter essere utilizzate come faceva con la sabbia.
Ottenendo un ottimo riscontro continua sulla strada della sperimentazione creando opere perlopiù basate sulla letteratura, ottenendo una nomination agli Oscar e dozzine di riconoscimenti per il suo "The Street" del 1977.

Opere selezionate di Caroline Leaf:

The Street - 1976
The metamorphosis of Mr Samsa - 1977

 

Oskar Fischinger

Oskar Fischinger era un animatore e pittore tedesco, veniva da una formazione di architettura ed ingegneria a Francoforte, è definito il pioniere della cinematografia astratta.

Nei primi anni 20 del secolo scorso inizia i suoi esperimenti in ambito cinematografico, sincronizzando immagini con la musica popolare dell'epoca, tanto da poter essere definiti dei Videoclip musicali ante litteram.

Negli anni '30 da vita alla sua casa di produzione realizzando titoli di film, pubblicità e sperimentazioni audiovisive varie ottenendo grandi riconoscimenti internazionali. Ovviamente il nazismo lo considera un degenere ed è costretto a scappare ad Hollywood, clima ostile alle sperimentazioni visive, passa un breve periodo alla Disney lavorando per Fantasia, ma solo dopo pochi mesi si allontana deluso dalla complessa macchina produttiva Hollywoodiana, dopo una breve parentesi nell'ennesimo progetto fallimentare di Orson Welles che ne ammirava le opere. Finisce la sua carriera dedicandosi esclusivamente alla pittura.

Opere selezionate di Oskar Fischinger:

Radio Dynamics (1942)

 

Norman Mc Laren

Norman Mc Laren, l'artigiano della comunicazione visiva per eccellenza, dallo stile eterogeneo e all'avanguardia ha saputo reinventare e fondere tecniche pre-esistenti e crearne dal nulla di nuove.

Famoso per la "live action animation" ribattezzata poi Pixilation, dove dalle sue parole: "Una nuova gamma di comportamenti umana diventava possibile, sfidando le leggi cinetiche, la gravità, ma più importante di tutto  la modulazione della recitazione nel tempo velocizzandola o rallentandola " creando così movimenti caricaturali, sovrannaturali e distorcendo i normali comportamenti.

Premio oscar per "The Neighbourg" 1952 e Palma d'oro a Cannes nel 1955 per "Blinkity Blank". Scozzese di nascita ma esponente di spicco della National Film Board of Canada, nato in Scozia, studia dal 1932 al 1936 alla Glasgow School of Fine Arts e inizia la sua carriera a 19 anni realizzando Seven Till Five - 1933, in cui descrive una giornata della vita in una scuola d'arte.

Con "Love on a Wing" nel 1938 mette definitivamente in luce le sue eccelese qualità tecniche ed espressive.
Ha realizzato più di 50 film di carattere sperimentale ed innovativo, passando dalla sua amata pixilation al "direct filmaking" incidendo l'emulsione della pellicola fotogramma per fotogramma.

Norman Mc Laren lavorò molto nella propaganda istituzionale e nella promozione ma è famoso anche per i suoi spettacolari suoi studi formali sulla musica in relazione ad i visual, dove disegnando fotogramma per fotogramma tenendo come riferimento la colonna audio creava forme astratte danzanti che si sposavano perfettamente alla musica, mentre in casi come Mosaic's (L'unione di due esperimenti precedenti sovraimpressi, Line Vertical 1960 e Line Horizontal) la colonna sonora veniva disegnata da lui stesso direttamente grattando l'emulsione, creando degli effetti non esattamente piacevoli, ma sicuramente interessanti. In Neighbourg ad esempio gli effetti sonori creati in questo stesso modo contribuiscono non poco ad estraniare lo spettatore ed a trasportarlo in un mondo caricaturale, folle e sicuramente mai visto prima.

 

Opere selezionate di Norman Mc Laren:

1983 Narcissus
1978 Animated Motion #5
1977 Animated Motion #2
1977 Animated Motion #3
1977 Animated Motion #4
1976 Animated Motion #1
1973 Pinscreen (Short documentary)
1972 Ballet Adagio
1971 Synchromy
1970 Striations
1969 Spheres
1969 Opening Speech
1968 Pas de deux
1966/I Mosaic
1964 Canon
1963 Seven Surprizes
1962 Christmas Cracker  (as McLaren)
1962 Lines: Horizontal
1961 New York Lightboard
1961 New York Lightboard Record
1961 The Flicker Film
1960 Lines: Vertical
1959 Jack Paar Credit Titles
1959 Mail Early for Xmas
1959 Serenal (Short)
1959 Short and Suite (Short)
1958 Le merle (Short)
1957 A Chairy Tale (Short)
1956 Rythmetic (Short)
1955 Blinkity Blank (Short)
1953 Two Bagatelles (Short)
1953 Around Is Around (Short)
1952 A Phantasy (Short)
1952 Neighbours (Short)
1951 Now Is the Time (Short)
1951 Pen Point Percussion (Documentary short)
1949 Begone Dull Care (Short)
1948 Boogie-Doodle (Short)
1947 Fiddle-de-dee (Short)
1947 La poulette grise (Short)
1946 A Little Phantasy on a 19th-century Painting (Short)
1946 Hoppity Pop (Short)
1946 Là-haut sur ces montagnes (Short)
1944 Alouette (Short)
1944 C'est l'aviron (Short)
1944 Chants populaires nº 5 (Short)
1944 Keep Your Mouth Shut (Short)
1943 Dollar Dance (Short)
1942 Five for Four (Short)
1942 Hen Hop (Short)
1941 Mail Early (Short)
1941/I V for Victory (Short)
1940 Dots (Short)
1940 Loops (Short)
1940 NBC Greeting (Short)
1940 NBC Valentine Greeting (Short)
1939 Allegro (Short)
1939 Rumba (Short)
1939 Scherzo (Short)
1939 Spook Sport (Short)
1939 Stars and Stripes (Short)
1939 The Obedient Flame (Documentary short)
1939 Love on the Wing (Short)
1938 Mony a Pickle (Short) (segment director)
1937 Book Bargain (Documentary short)
1937 News for the Navy (Short)
1936 Hell Unlimited (Documentary short)
1935 Camera Makes Whoopee (Short)
1935 Color Cocktail
1935 Polychrome Phantasy (Short)
1933 7 Till 5 (Documentary short)

 

 

Jan Švankmajer

Jan Švankmajer studia all'accademia di Arti interpretative di Praga dove si specializza in spettacoli di marionette, regia e disegno. Elementi che caratterizzeranno la sua intera opera.
Mentre lavorava al teatro delle maschere di Praga conobbe la moglie, Pittrice surrealista che lo introduce all'ambiente e con cui collaborerà in molti progetti.

Interdetto dall'attività cinematografica per sette anni, in seguito alla realizzazione di un documentario non autorizzato sulla vita quotidiana in Cecoslovacchia, Svankmajer si dedica alle sequenze di titoli di film agli effetti speciali al disegno alla scultura ed alla sperimentazione.

Nel 1982 riottenuto da tempo il permesso di girare film realizza il capolavoro assoluto "Moznosti Dialogu" (possibilità di dialogo) Vietato in tutta la Cecoslovacchia dal Comitato Centrale del Partito Comunista Cecoslovacco ed indicato come esempio di come "non fare Cinema".

Ha realizzato più di 30 film, spot e video per Mtv e recentemente ha creato una campagna di crowfounding su Indiegogo per realizzare la sua ultima opera: Insect.

Opere selezionate di Jan Svankmajer:

Moznosti Dialogu - 1982