Pixilation

PIXILATION è un termine coniato da Grant Munro, assistente di Norman Mc Laren. Dal verbo “pixilated” che possiamo tradurre con “infastidire”.
La tenica consiste essenzialmente nel animare a passo uno oggetti o persone in carne ed osse in un contesto realistico, creando però un estraneazione dovuta appunto a questo stratagemma.

Oggetti di uso comune prendendo vita con questa primordiale tecnica erano soliti indispettire e prendersi gioco dei personaggi sulla scena, come nel caso di “Chairy Tale” o di “Opening Speech” di Norman Mc Laren, da qui questo “soprannome” indicativo.

Norman Mc Laren è ufficialmente colui che ha innovato ed affinato questa tecnica, ma per sua stessa ammissione non ne è l'inventore come spesso si pensa, infatti, già dagli albori del cinema, L'operatore e regista Segundo de Chomon uno dei pioneri di quest'arte, ne faceva uso in “El Hotel electrico” del 1905, senza contare lo stesso Meliès con le sue sparizioni ed apparizioni "magiche" di oggetti scenici.

L'esempio più famoso, premiato con un Oscar nel 1953 è sempre un corto di Mc Laren: “The Neighbours”.

Neighbours - Pixilation

Neighbours from National Film Board of Canada on Vimeo.

Opere Selezionate:

  • “El Hotel electrico” Segundo de Chomon - 1905
  • “The Neighbours” Norman Mc Laren - 1952
  • “Chairy Tale” Norman Mc Laren - 1957
  • “Opening Speech” Norman Mc Laren - 1960
  • “Grandmother” David Lynch -1970

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.